Quando:
26 marzo 2022@10:30–27 marzo 2022@17:00 Europe/Rome Fuso orario
2022-03-26T10:30:00+01:00
2022-03-27T17:00:00+02:00
Dove:
Istituto Europeo di Shiatsu Milano
via Aristotele 39
Costo:
€ 180,00 (IVA 22% inclusa)

,

 

L’IMPERO DEI SEGNI. Modi e espressioni dei silenzi.

Nel libro che ha ispirato il titolo di questo seminario, Roland Barthes (1929-1980), profondo innovatore delle teorie della comunicazione, scrisse “…nella cultura tradizionale giapponese si utilizza un linguaggio in cui i segni e messaggi sono molteplici ed espressi attraverso il pensiero ed attraverso il corpo. In forme sia esplicite sia laconiche quando non addirittura apparentemente assenti del tutto…

Cimentarsi nella cultura e nella lingua giapponese, per un operatore shiatsu significa aprire la mente alla cultura dalla quale lo shiatsu ha avuto origine e che ne ha codificato il linguaggio. Linguaggio fatto di segni in forma di ideogrammi (kanji), evocativi e poetici, ma anche di segni che sono messaggi del corpo.

Iniziando dalla forma scritta, nella prima giornata, Luigi Gatti, scrittore e saggista esperto del mondo giapponese, ci condurrà in un viaggio dai percorsi profondamenti rivisti e aggiornati rispetto ai precedenti incontri. Per Luigi “gli ideogrammi non sono semplici parole ma idee, concetti che si tramutano in caratteri di scrittura. Sono disegni, piccoli o grandi insiemi di elementi grafici che ritraggono l’epoca dei miti, il regno degli eroi, il tempo degli umani e sono ispirati dalla natura, vegetale e animale, dall’agricoltura, dai lavori manuali. Racchiudono usi e costumi di una civiltà la cui cultura, molto diversa dalla nostra, si è formata abbeverandosi alle fonti dello Shintoismo, del Buddismo e delle antiche scuole cinesi del Taoismo. Ne consegue che la scrittura a ideogrammi non ingabbia la fantasia, anzi, la trasforma in un potente strumento poetico. Gli ideogrammi sono i custodi di significati millenari, infatti, i loro tratti conservano, proteggono, narrano emozionanti microstorie. La loro origine, l’etimologia, oltre che ad aiutarci a memorizzarli è il mezzo che meglio ha saputo salvaguardare e tramandare Mitologia, Storia, Religione, rapporto con la Natura e l’Artigianato della cultura dell’est asiatico

Patrizia Stefanini, dal canto suo, durante il seminario tradurrà i kanji in esperienze corporee.  “Leggere i kanji” per Patrizia “è di ispirazione per l’operatore shiatsu, perchè la mente che li interpreta non è quella razionale. Come un “codice”  essi contengono trascritte le stesse radici culturali dello shiatsu.  Già solo la poesia dei nomi degli tsubo, per esempio, (“Conca di bambù di seta”, “cancello divino”, “luce splendente” …) contiene una forza evocativa che possiamo utilizzare nella pressione, per amplificare la risonanza nel corpo/campo di uke“. Patrizia proporrà pratiche shiatsu con le suggestioni fornite da alcuni scelti kanji. questo permetterà un dialogo nuovo con il Ki, rendendo la propria presenza maggiormente empatica, lucida e creativa.

Un seminario dai contenuti irrinunciabili per chi fa shiatsu, come per tutti coloro che fanno riferimento al mondo della tradizione orientale in generale e giapponese in particolare.


Luigi Gatti, bergamasco, dopo una vita lavorativa passata tra Italia, Spagna e Giappone, insegna lingua e cultura giapponese. Conferenziere e saggista, divulgatore della cultura giapponese in Italia e in Spagna. Organizza viaggi esperienziali nel Italia del Sol Levante, in particolar modo alla scoperta del Cammino di Shikoku. Appassionato di viaggi a piedi ha percorso le Vie per Santiago nelle varianti francese, primitivo, portoghese e della Costa, e, naturalmente, il Cammino di Shikoku.

 

 

Patrizia Stefanini si è laureata con lode in Fisica presso l’Università di Pavia. Quasi in contemporanea con l’acquisizione della Laurea ha iniziato a studiare yoga, aikido e shiatsu. HSuoi primi mastri, Wataru Ohashi, ed in seguito per quasi due decenni, Pauline Sasaki, Maestri di quest’arte tra i più noti negli USA. Negli anni più recenti ha usato le competenze provenienti dagli studi di Fisica ricercando teorie e dati sperimentali a sostegno del modello dell’uomo che è alla base dello shiatsu e più genericamente della medicina orientale. È co-autrice di tre testi fondamentali per lo shiatsu e le discipline comlementari ed autrice di decine di articoli sugli stessi temi, tanto di riviste accademiche che di settore. Attualmente, alla sua attività di insegnante nelle sue scuole di Firenze e Milano alterna conferenze e seminari in Italia, Europa e negli USA.

 

Istituto Europeo di Shiatsu MILANO 26, 27 marzo 2022

Giorni e orari: sabato 10:30 – 18:30. Domenica 10:00 – 17:00

Costo euro 180,00 (iva 22% inclusa)

Per iscriversi, scrivere una e-mail a scuola@shiatsu.milano.it per chiedere la disponibilità dei posti, quindi compilare ed inviare il modulo on-line alla pagina iscrizione e nel contempo versare un acconto di almeno 60 euro con bonifico o carte di pagamento (pagamenti)  ,